Aemilia, ok sequestro chiesto da enti

Accolta istanza Regione, Provincia Reggio E. e Comuni reggiani

(ANSA) - BOLOGNA, 19 GEN - Il Gup Francesca Zavaglia ha disposto un nuovo sequestro di beni agli imputati rinviati a giudizio il 21 dicembre nel processo di 'ndrangheta Aemilia, accogliendo la richiesta di enti territoriali costituiti parte civile nell'udienza preliminare: Regione Emilia-Romagna, Provincia di Reggio Emilia e alcuni comuni reggiani. Si tratta di sequestri conservativi, a tutela delle ragioni creditorie delle parti, che si aggiungono ai sequestri preventivi già eseguiti. In favore della Regione Emilia-Romagna, assistita dall'avv.
    Alessandro Gamberini, il sequestro è per la complessiva somma di un milione nei confronti degli imputati contro cui è costituita; per la Provincia di Reggio Emilia, rappresentata dall'avv.
    Salvatore Tesoriero, su tutti i beni indicati nell'istanza, fino alla concorrenza di 500mila euro; per ciascuno dei Comuni, Reggiolo, Gualtieri e Bibbiano (tutelati sempre da Tesoriero), Montecchio e Brescello, difesi dall'avv. Federico Fischer, fino a 150mila euro ciascuno.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA