Unioni civili: preghiere contro la legge

Parroco, "alcuni punti intimoriscono fedeli", ed è polemica

(ANSA) - CARINOLA (CASERTA), 18 GEN - In attesa che si definisca in Parlamento l'iter di approvazione della legge sulle Unioni Civili, la battaglia di valori e idee che ne è alla base passa anche per momenti di preghiera appositamente organizzati nelle parrocchie. Accade da due settimane alla chiesa Carinola e Santa Croce, a Carinola (Caserta), dove un parroco, don Enrico Passaro, è finito al centro di polemiche perché da due giovedì dedica l'ora di adorazione al Santissimo alle preghiere contro le Unioni Civili, o meglio "affinché il Parlamento non approvi la legge".
    "So che qualcuno si è lamentano ma mai con me personalmente" dice don Enrico, che poi spiega il suo pensiero sul tema senza arretrare di un millimetro. "Non sono contro i gay, la penso come Papa Francesco che si è chiesto 'chi sono io per giudicare' - dice il prete - ma ho letto la legge, e c'è un punto che intimorisce me e molti fedeli cattolici, ed è inaccettabile, ovvero quello che lascia aperta la possibilità che una coppia gay adotti un bimbo".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA