Omicidio Sarchiè, ergastolo per imputati

Pena massima per padre e figlio accusati del delitto

(ANSA) - MACERATA, 13 GEN - Il giudice monocratico di Macerata Chiara Minerva ha condannato all'ergastolo Giuseppe e Salvatore Farina, padre e figlio, accusati dell'omicidio del pescivendolo di San Benedetto del Tronto Pietro Sarchiè, barbaramente ucciso il 18 giugno 2014 per questioni legate a un'ipotetica concorrenza in campo commerciale. I pm Stefania Ciccioli e Claudio Rastrelli avevano chiesto l'ergastolo per Giuseppe Farina e 20 anni (più 4 da scontare in regime di semilibertà) per il figlio. Il clima è apparso teso fino dalle prime ore della giornata fuori dal tribunale, dove un gruppetto di persone aveva lanciato insulti ai due imputati ("Assassini, buffoni!") all'arrivo del cellulare che li portava a Macerata dal carcere di Camerino dove sono detenuti.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA