Investe e uccide, zio si assume colpa

Il cellulare era però intercettato, investitore ai domiciliari

(ANSA) - MILANO, 9 GEN - È stato individuato e raggiunto da un'ordinanza di custodia cautelare ai domiciliari Giuseppe Parabola, di 32 anni, il vero investitore di Anna Berardi, la pensionata di 78 anni che il primo dicembre scorso è morta dopo essere investita da uno scooter in viale Ca' Granda, a Milano.
    Un minuto dopo aver investito la donna ha chiamato lo zio chiedendogli di assumersi la colpa poiché sprovvisto della patente. Il cellulare di Parabola, però, era intercettato.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA