Nessun morto e 190 feriti per i botti a San Silvestro

Quattro gravi, nel Napoletano, Salernitano, Foggia e Potenza

Nessun morto e 190 feriti (di cui 38 ricoverati) per i botti di Capodanno: è il bilancio del Dipartimento della Pubblica sicurezza che evidenzia "un andamento di ulteriore miglioramento rispetto ai due anni precedenti", entrambi senza vittime. L'anno scorso i feriti erano stati 253.

Un ferito gravissimo a Potenza, è in rianimazione - Ferito dallo scoppio dei "botti" durante i festeggiamenti per il Capodanno, un uomo di 54 anni, di Potenza, a cui è stata amputata una mano, è ricoverato in rianimazione all'ospedale San Carlo del capoluogo lucano. Secondo quanto si è appreso, l'uomo, le cui condizioni sono "critiche", ha subito lesioni molto gravi anche all'altro braccio e in altre parti del corpo. L'episodio, su cui indaga la Polizia, è avvenuto in via Lombardia, intorno alla mezzanotte. L'uomo è stato trasportato in ospedale, poco distante, da alcuni parenti.

Pochi feriti e nessuno grave a Milano  - Pochi feriti e, almeno secondo i primi dati disponibili, nessuno grave. E' questo il bilancio, apparentemente positivo, dalla notte di S.Silvestro, a Milano. Il 118 ha effettuato numerosi interventi, e anche i vigili del fuoco, ma i primi per feriti lievi, i secondi per principi d'incendio che non hanno causato vittime. Nella notte milanese di passaggio al primo dell'anno non si registrano nemmeno incidenti stradali di rilievo. Estremamente tranquillo anche lo svolgimento della serata con 'concertone' in piazza del Duomo.

30 feriti nel Napoletano, uno è grave  - E' di 18 feriti a Napoli e 12 in provincia il bilancio dei feriti a causa di fuochi d'artificio nella notte di Capodanno, tra cui tre minorenni. Il dato è in netto calo rispetto al 2014. Uno solo dei feriti - secondo il primo bilancio della Polizia - è in condizioni gravi. Si tratta di un uomo ferito a un occhio e a una gamba. Dall'ospedale di Giugliano (Napoli), dove le sue condizioni non sembravano gravi, è stato poi trasferito al 'Cardarelli' di Napoli dove è ricoverato in prognosi riservata.

17 feriti nel Salernitano, uno grave  - Sono 17 i feriti nel Salernitano a causa dei fuochi pirotecnici nella notte di Capodanno, in aumento rispetto agli 11 del 2015. Uno solo di essi è in gravi condizioni. Si tratta di un 23 enne di Fisciano (Salerno), ricoverato in prognosi riservata all'ospedale Ruggi d'Aragona in seguito allo spappolamento della mano sinistra. In Costiera Amalfitana un 77 enne ha perso due dita ed una falange. A Sarno un uomo di 50 anni ha riportato lo spappolamento della mano sinistra. La prognosi per lui è di 30 giorni. A Cava dei Tirreni un uomo di 51 anni è rimasto ferito alla gamba destra: prognosi di 40 giorni. Il resto dei feriti ha riportato prognosi tra i 7 ed i 10 giorni. A Battipaglia lo scoppio di un petardo ha provocato un'esplosione di bombole di gas al terzo piano di una palazzina in via Leoncavallo. L'appartamento era disabitato. I Vigili del Fuoco hanno sgomberato quattro famiglie.

Un ferito grave a Foggia - E' di cinque feriti, di cui uno grave, il bilancio a Foggia dei festeggiamenti della fine dell'anno con petardi. Il ferito più grave è un uomo di 53 anni che, a causa dello scoppio di un petardo che stava maneggiando, in via Castrillo, ha subito l'amputazione della mano sinistra. Sempre a Foggia, un ragazzo ha subito ferite ad un occhio e ad una gamba a causa dell'esplosione di un petardo. Meno gravi le ferite delle altre tre persone che hanno fatto ricorso alle cure dei sanitari del Pronto Soccorso degli Ospedali Riuniti di Foggia. I vigili del fuoco sono stati impegnati per diverso tempo per spegnere il fuoco appiccato in numerosi cassonetti della spazzatura a Foggia e in provincia.

Esplosione provoca amputazione dita a 40enne - E' di due feriti, di cui uno grave, il bilancio dei botti di Capodanno nel Barese. In seguito all'esplosione di un petardo, un uomo di Andria, sulla quarantina, ha perso due dita di una mano ed è stato sottoposto a intervento chirurgico nel reparto di chirurgia estetica del Policlinico di Bari dove i medici hanno tentato di salvare un altro dito della stessa mano. Sempre al Policlinico di Bari è giunto anche un minorenne con ustioni lievi alla fronte. Le ambulanze del 118 hanno soccorso alcuni cittadini che hanno accusato malesseri in piazza Libertà, dove si è esibito Gigi D'Alessio per il Concertone di Capodanno. I malesseri sono stati provocati soprattutto da eccessi di tipo alimentare e di alcol. Infine, un cittadino ha accusato un principio di ipotermia a causa del freddo.

Torino, 4 feriti nella notte per i botti  - Quattro persone sono finite in ospedale nella notte a Torino per i botti di Capodanno. Il caso più grave riguarda un quattordicenne rimasto ferito a volto e mani in via Sospello, nel quartiere Borgo Vittoria. Trasportato in ambulanza all'ospedale Giovanni Bosco, ne avrà per un mese. Gli altri feriti - in altre zone della città - sono una ragazza di quattordici anni e due adulti: la prognosi, in tutti i casi, non supera i sette giorni. A Torino i "botti di Capodanno" sono vietati dal 2011.

15enne perde tre dita mano a Catania, uomo l'occhio - Dodici feriti, sei dei quali ricoverati con la prognosi riservata, ma nessuno in pericolo di vita: è il bilancio dei botti sparati a Catania per Capodanno. Tra i casi più gravi un 15enne al quale sono state amputate tre dita della mano sinistra, un 47enne ha perso l'occhio destro mentre a un egiziano di 20 anni un petardo ha ustionato in maniera grave il piede destro. I pazienti più gravi sono ricoverati nell'ospedale Cannizzaro. Indaga la polizia di Stato.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA