• Il solstizio d'inverno, il giorno più corto dell'anno: è festa a Stonehenge ma il clima è estivo

Il solstizio d'inverno, il giorno più corto dell'anno: è festa a Stonehenge ma il clima è estivo

Siamo entrati nell'inverno ed anche Google dedica il suo doodle

Con il solstizio di inverno è cominciato ieri l'inverno astronomico. A mezzogiorno il sole ha raggiunto la minima altezza sull'orizzonte ed è stato il giorno più corto dell'anno.

E' il periodo dell'avvento, decidicato alla famiglia e alle tradizioni. E' anche il giorno magico dedicato alla luce. 

E Google non si è fatta sfuggire l'occasione di presentare il suo doodle: una gigantesca palla di vetro con la neve che scende su un paesaggio polare. GUARDA GLI ALTRI DOODLE DI GOOGLE.

Il solstizio d'inverno rappresentava e rappresenta tuttora occasione di festività e di celebrazioni in molte parti del mondo:

- Migliaia di persone, tra cui sedicenti druidi, seguaci del paganesimo e turisti si sono ritrovati all'alba nel sito preistorico di Stonehenge, a 130 chilometri a sud di Londra, per festeggiare il solstizio d'inverno, il giorno più corto dell'anno. Come hanno sottolineato i media britannici le temperature registrate nel sud dell'Inghilterra, intorno ai 15 gradi, sono più simili a quelle del solstizio d'estate. Da giorni infatti la regione è risparmiata dalle correnti fredde e si assiste quindi a una sorta di autunno prolungato. Il successo di questo tipo di eventi si riflette nei numeri di adepti al paganesimo che in Inghilterra e Galles è aumentato nel periodo 2001-2011 da 42.500 a quasi 81mila.

- E' la notte di Yalda in Iran, dove si celebra l'antica festa del solstizio di inverno. Un tempo si celebrava Mitra, la divinità persiana della luce in epoca pre-zoroastriana, e venivano accesi fuochi.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA