Amianto: Toscana, incontro-studio il 21 novembre

Focus dell'Ona su responsabilità penale per l'esposizione e tutele civilistiche

La responsabilità penale per l'esposizione all'amianto e le tutele civilistiche: questo il tema dell'incontro di studio organizzato dall'Osservatorio nazionale sull'amianto (Ona) in programma il 21 novembre (dalle 9 alle 13) all'Auditorium della Regione Toscana (via Cavour 4, Firenze).

Il presidente dell'Ona, Ezio Bonanni, renderà noti gli aggiornamenti sui dati epidemiologici sull’impatto dell’amianto in Toscana, le iniziative intraprese dall’Ona (che ha istituito una sua sede anche a Firenze) ed i risultati delle segnalazioni circa le segnalazioni di presenza di amianto in altre scuole di Firenze - oltre alla Leonardo Da Vinci e alla Iti Meucci - e in altri edifici pubblici e siti aperti al pubblico, come le case popolari di Firenze in via Canova. Saverio Rossi, coordinatore dell’Ona di Firenze, ha chiesto già da tempo a tutte le istituzioni territoriali che tutti questi siti vengano decontaminati dalla presenza di amianto, con applicazione del principio di precauzione ed in linea con le finalità di tutela dell’ambiente e della salute che l’Ona persegue.

I lavori proseguiranno con la sessione medico-giuridica: Luciano Mutti, titolare della cattedra di Oncologia medica e Ricerca oncologica della Facoltà di Medicina dell’Università Salford di Manchester, illustrerà i risultati delle ultime ricerche e dei più recenti approcci diagnostici e terapeutici a mesotelioma, tumore polmonare e altre patologie asbesto correlate, e quelli sulla rilevanza di qualsiasi esposizione ai fini dell’insorgenza e/o dell’abbreviazione dei tempi di latenza di queste patologie, e sulle lesioni biologiche/molecolari anche prima che si giunga alla manifestazione clinica della patologia; interverranno poi Pietro Sartorelli, ordinario di Medicina del Lavoro presso l'Università di Siena, Marco Di Paolo, professore presso l'Università di Pisa, e Lucia Astore, medico legale, psichiatra forense, criminologa, neurologa e ctu del Tribunale di Firenze.

La seconda sessione verrà introdotta da Alfonso Bonafede, vice presidente della commissione giustizia della Camera dei Deputati, il quale traccerà un quadro sintetico delle diverse proposte di legge al vaglio della commissione Giustizia della Camera in materia di amianto e di sicurezza sul lavoro; Maurizio Ascione, sostituto procuratore della Repubblica di Milano, traccerà un quadro sintetico delle ultime pronunce giurisprudenziali in materia di accertamento e determinazione del nesso causale in materia di patologie asbesto correlate in sede penale; Marco Sacquegna, gip presso il Tribunale di Livorno, interverrà in ordine ai profili della colpa e della causalità della colpa in materia di responsabilità penale; Ezio Bonanni illustrerà i profili di responsabilità civile e di tutela risarcitoria di tutti i danni in favore delle vittime primarie e dei loro familiari.

I lavori saranno trasmessi in diretta streaming sul seguente link: http://www.consiglio.regione.toscana.it/default.aspx?nome=M5S. Li precederà l’intervento di Marco Chiavistrelli, che canterà la canzone 'Scuole d’amianto', che racconta in musica la tragedia delle vittime dell’amianto per esposizione nelle scuole.


Sempre il 21 novembre in Saline di Volterra (presso i Locali Ex Monopolio di Stato in Strada Statale n. 7) si terrà l’assemblea pubblica avente ad oggetto 'Il rischio amianto in Val di Cecina', con particolare attenzione alle vertenze Enel e Smith.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA