I treni a rischio aggressioni sono 15 in 7 regioni

Possono essere soppressi dal 26 giugno se non sarà garantita la presenza delle forze dell'ordine

Sono 15, in 7 Regioni, i treni più a rischio aggressioni, che potranno essere soppressi se non verrà garantita la presenza a bordo delle forze dell'ordine. La lista dei treni è stata individuata nel corso di un incontro tra il Gruppo Fs e i sindacati per fare il punto sul fenomeno delle aggressioni al personale sui treni. Secondo quanto si legge nel verbale, la soppressione scatterebbe dal 26 giugno se non venisse garantita la presenza delle forze dell'ordine. Ecco di seguito la lista, con il nome della REGIONE, il treno e la tratta critica.

PIEMONTE

33029 Torino PN-Cuneo: Torino PN-Cuneo

10220 Cuneo-Torino PN: Cuneo-Torino PN

10103 Torino PN-Ventimiglia: Torino PN-Ceva

VENETO

2248 Bologna-Venezia SL: Rovigo-Venezia SL

2203 Venezia SL-Trieste: Mestre-Latisana

EMILIA ROMAGNA

2075 Piacenza-Ancona: Modena-Rimini

LIGURIA

24488 La Spezia-Sestri L.: La Spezia-Levanto

655 Ventimiglia-Milano: Ventimiglia-GenovaP

11276 Sestri Levante-Savona: GenovaPP-Savona

TOSCANA

6637 Firenze SMN-Arezzo: Firenze CM-SGiovanni

23351 Firenze-Viareggio: S.Miniato-Viareggio

LAZIO

12188 Nettuno-Roma T.: Aprilia-Roma T. 

12211 Roma T.-Nettuno: Roma T.-Aprilia

CAMPANIA

2382 Napoli C-Roma T.: Napoli C-Formia

3708 Sapri-Napoli C.: Battipaglia-Napoli C.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA