Sterilizzazione di massa in India, morte 13 donne

Equipe medica governativa ha usato materiale scadente. Le donne erano state pagate

E' salito a 13 il bilancio delle vittime di un errore medico durante una campagna di sterilizzazione nello stato del Chhattisgarh, nell'India centrale. Lo riferisce il quotidiano The Hindustan Times. Altre 60 donne sono ricoverate all'ospedale, di cui 20 sono in critiche condizioni per l'infezione che sarebbe stata causata dall'uso di strumenti chirurgici infetti. E' stato inviato da New Delhi un team di medici specializzati. Oltre 80 donne si erano sottoposte sabato scorso a un intervento di massa di chirurgia laparoscopica per la chiusura delle tube, uno dei metodi piu' diffusi in India per il controllo delle nascite. Da un rapporto preliminare emerge che l'equipe medica governativa avrebbe usato del materiale e medicinale scadente per le operazioni che sono avvenute in una clinica privata del distretto di Bilaspur. Le donne provenivano da poveri villaggi e hanno ricevuto una somma di denaro per essere sterilizzate. L'incidente ha scatenato le proteste del partito del Congresso, che e' all'Opposizione, e che ha proclamato uno sciopero generale di protesta nello stato.

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA