Meteo, sale l'allerta in Liguria. Temporali su tutta l'Italia

In arrivo una fase di spiccato maltempo su gran parte delle regioni italiane

La Protezione Civile della Liguria ha modificato lo stato di allerta su tutto il territorio della Liguria innalzandolo ad allerta 2 nella zone di Ponente che comprendono le province di Imperia e Savona dalle 17 di oggi fino alla mezzanotte di domani e nei bacini di Levante fino alla Spezia dalle 21 di oggi a mezzanotte di domani. Resta l'allerta 1 a Genova e Savona.

Sulla base della nuova situazione meteorologica è stato diramato lo stato di Allerta 2 nei bacini che comprendono le province di Imperia e Savona fino a Noli compreso, le Valli Bormida e Stura, dalle 17 di oggi fino alla mezzanotte di domani. Stato di allerta 2 anche nei bacini liguri di Levante che comprendono il Tigullio, la Val Fontanabuona e tutto il Levante Ligure fino alla Spezia, comprese le Valli Magra e Vara dalle 21 di oggi alla mezzanotte di domani. Resta confermato lo stato di Allerta 1 invece nei bacini liguri con i capoluoghi Genova e Savona, Val Trebbia, Aveto fino alla mezzanotte di domani.

Pioggia e vento investono Ponente ligure - Alberi caduti per pioggia e vento, grandine e mareggiate. La perturbazione atlantica è piombata con tutta la sua violenza nel Savonese colpendo la Riviera e il suo entroterra. Tanti gli interventi dei vigili del fuoco per rimuovere grossi fusti che si sono abbattuti sulle piazze e strade. Per la mareggiata un traghetto della Corsica Ferries Bastia-Nizza è stato dirottato su Vado Ligure. A Pietra Ligure sono caduti due cipressi nel parcheggio di un supermercato. Una tromba d'aria ha investito la sottostazione Enel scoperchiandone la tettoia. Situazione difficile anche tra Albenga e Alassio con alcuni alberi che si sono abbattuti lungo l'Aurelia e che fortunatamente non hanno provocato l'interruzione del traffico. Una violenta grandinata ha colpito l'A10 tra Cervo e Andora costringendo gli automobilisti a fermarsi nelle piazzole di servizio perché la visibilità era ridotta a poche decine di metri. In Val Bormida vengono continuamente monitorate strade a rischio e gli argini del Bormida.

Protezione Civile E-R, attenzione estesa a 32 ore - Aggiornata dall'agenzia di Protezione Civile dell'Emilia-Romagna, la fase di attenzione per il maltempo sulla regione: la fase di attenzione - si legge in una nota - è estesa per 32 ore, da questo pomeriggio alla mezzanotte di mercoledì e riguarda possibilità di pioggia e temporali, possibilità di criticità idrogeologica e idraulica, venti e stato del mare. Nel dettaglio, viene spiegato, è prevista una intensificazione delle precipitazioni nell'area dei bacini del Secchia e del Panaro per la giornata di mercoledì con "valori cumulati medi areali elevati, superiori ai 45 mm nelle 24 ore, che potranno assumere localmente carattere di rovescio o temporalesco". Inoltre, viene osservato, ''la propagazione delle piene lungo i tratti vallivi dei corsi d'acqua potrà portare al superamento della soglia 1 nell'area della pianura di Modena e Reggio Emilia. Il livello medio del mare lungo la costa potrà superare la soglia degli 0,8 metri". Per tutti gli enti della macro-area relativa ai bacini del Trebbia e del Taro, chiosa la nota, si conferma la fase di preallarme attivata.

Annullati alcuni traghetti per l'Elba, causa vento - Disagi a causa del maltempo oggi per i collegamenti dei traghetti da Piombino per l'isola d'Elba. Per il forte vento di scirocco non è partito l'aliscafo Toremar, mentre la compagnia Moby ha annullato alcune corse dei traghetti 'Giraglia', delle 10.50 e delle 13.15, e quella delle 12.45 del 'Love', tutte sulla tratta Portoferraio-Piombino. Regolari invece gli altri traghetti.

Genova, dirottato su Torino volo da Monaco Baviera - Forte vento, pioggia battente e scarsa visibilità hanno costretto il pilota del volo da Monaco LH1944 Lufthansa in arrivo all'aeroporto di Genova a dirottare su Torino. Il volo in partenza per Monaco di Baviera è stato cancellato e i 40 passeggeri assistiti sui voli successivi.

Piemonte, allerta cresce per piogge sempre più forti - Ulteriore peggioramento del tempo in Piemonte. Sul nord della regione e sulle Alpi cuneesi al confine con la Francia e la Liguria, oggi pomeriggio sono previsti valori di pioggia "forti o molto forti". Lo comunica la Protezione civile regionale. In crescita, ma con livelli ancora al di sotto delle soglie di attenzione, i corsi d'acqua del reticolo secondario dei bacini del Tanaro e del Toce. Allerta per possibili frane nelle provincie di Verbania, Vercelli e Biella e nei settori meridionali.

Dopo allerta a Parma approntato piano emergenze  - Messa a punto delle azioni necessarie per eventuali chiusure al traffico (estese anche e distribuzione di un foglio informativo con le raccomandazioni utili per i cittadini. Sono le azioni messe in campo a Parma dopo l'allerta meteo diffusa ieri. Il preallarme meteo della protezione civile, con il rischio di alluvioni a livello 2, prevedeva per le prossime 36 ore, dalle 6 di oggi, intense precipitazioni sull'Appennino e rischi di esondazione a valle dei fiumi e torrenti del bacino di Parma. Subito nella città colpita il 13 ottobre scorso si è riunito il coordinamento della protezione Civile. Tutto, spiega il Comune, è stato messo in atto dopo la riunione operativa con il sindaco Federico Pizzarotti e il delegato del prefetto presso la sede della protezione civile.

L'area a maggiore rischio è stata individuata nella stessa colpita dall'esondazione del 13 scorso. Per quella zona in particolare (la ex zona rossa compresa fra via Po, Navetta e via Montanara e trasversali, nonché via Baganza, via Taro e altre strade nei pressi del ponte dei Carrettieri) sono state approntate le azioni necessarie per eventuali chiusure al traffico (estese anche ai ponti) ed è stato distribuito un foglio con le raccomandazioni utili. Che sono: fino alla fine del periodo di allerta (mercoledì) non stazionare nelle aree basse e sotterranee (cantine e garage), portare preventivamente l'auto al sicuro all'esterno in parcheggi idonei e, in caos di esondazione, abbandonare i piani inferiori degli edifici.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA