Governatori chiedono incontro a Conte

Incarico commissario in scadenza,verso nuovo provvedimento sisma

(ANSA) - ANCONA, 6 SET - I presidenti delle Regioni Marche Luca Ceriscioli, Lazio Nicola Zingaretti, Umbria Catiuscia Marini e il presidente vicario della Regione Abruzzo Giovanni Lolli hanno chiesto un incontro urgente al premier Giuseppe Conte, "a tre mesi dall'insediamento del governo, all'approssimarsi della scadenza del mandato del commissario straordinario Paola De Micheli e avuto notizia che il governo si appresta a licenziare un provvedimento normativo sul sisma. L'incontro - si legge - dovrà servire a "illustrare compiutamente tutto ciò che finora è stato fatto e le questioni che sono ancora da affrontare, offrendoLe la nostra più leale collaborazione istituzionale allo scopo di continuare a concorrere alla costruzione delle migliori soluzioni ai problemi dei cittadini e dei territori che ci onoriamo di rappresentare". Nella lettera Ceriscioli, Zingaretti, Marini e Lolli ricordano che è passato da poco il secondo anniversario del terremoto del Centro Italia. E ricordano "La terribile notte nella quale tanti, troppi nostri concittadini hanno perso la vita e interi territori sono stati devastati" e anche le altre "scosse violente che hanno prodotto ulteriori danni e ampliato quelli già registrati". Nella lettera viene citato l'impegno dei governatori e delle Regioni, il fatto che "nessuno si è risparmiato: sindaci, amministratori, funzionari pubblici, volontari" e anche la "generosità, solidarietà dell'Italia che ci ha abbracciati", per sottolineare di quanta forza ed energia sia capace questo Paese". "Insieme al Parlamento, ai Governi, ai commissari per la ricostruzione Errani e De Micheli, ai capo dipartimento della Protezione civile nazionale Curcio e Borrelli - sottolineato i presidenti di Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria - abbiamo collaborato fianco a fianco con grande spirito istituzionale e civico". (ANSA).
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA