Banca Adriatica in aiuto Valfornace

Fondi destinati a rifacimento impianti sportivi

(ANSA) - JESI (ANCONA), 3 OTT - L'amministratore delegato di Banca Adriatica Alberto Pedroli e il direttore retail Giordano Fulvi hanno consegnato al sindaco di Valfornace Massimo Citracca un assegno di 35 mila euro destinato al recupero degli impianti sportivi in località Pievebovigliana, lesionati dal terremoto. La donazione è frutto di una raccolta fondi che Banca Adriatica, la ex Nuova Banca Marche, ha lanciato per aiutare le popolazioni colpite dal sisma. Valfornace, piccolo comune dell'alto maceratese istituito a gennaio grazie all'accorpamento di Fiordimonte con Pievebovigliana, investirà i fondi nel rifacimento della pavimentazione dei due impianti sportivi polivalenti di via Fornace a Pievebovigliana, utilizzati per il calcetto, il basket, la pallavolo e il tennis. Lo scorso anno Banca Adriatica aveva già donato 60 mila euro al comune di Arquata del Tronto, frutto di una precedente raccolta fondi lanciata dopo la prima grande scossa di terremoto.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA