Teramo a Errani, moduli per 890 alunni

Per adeguare patrimonio scolastico comunale servono 53 mln

(ANSA) - TERAMO, 11 AGO - Moduli per la sistemazione provvisoria di 890 alunni delle scuole teramane inagibili, per le quali nessun intervento è stato ancora finanziato dal Commissario per la Ricostruzione Vasco Errani, sono stati chiesti dal sindaco di Teramo Maurizio Brucchi, allo stesso Commissario e al MIUR, attraverso l'Ufficio Speciale della Ricostruzione di Teramo. Allo stato attuale, risultano infatti finanziate la ricostruzione con adeguamento sismico della Scuola Elementare San Giuseppe, per un totale di 4.100.000 euro, e la Scuola di Villa Ripa, 233.000 euro per la ristrutturazione e l'adeguamento sismico. La richiesta per la sistemazione scolastica provvisoria prevede quale sede dell'intervento l'area prospiciente la Scuola Media D'Alessandro, scelta - spiega il Comune - su una serie di criteri: "la scuola è già stata sottoposta a verifiche di vulnerabilità sismica; l'area è di proprietà comunale; la destinazione della stessa, nel PRG, è ad 'uso scolastico'; è geologicamente idonea all'intervento; è parzialmente dotata di infrastrutture primarie". "Gli uffici comunali - aggiunte l'amministrazione - si metteranno al lavoro per definire uno studio di fattibilità necessario al miglioramento della viabilità principale. L'area si trova in prossimità del Lungofiume dove già è realizzata una pista ciclo-pedonale e che la stessa area rientra nel progetto 'MoveTe' per la viabilità sostenibile, per il quale il Comune ha ottenuto i relativi finanziamenti". Nella relazione inviata è stato evidenziato lo studio di vulnerabilità sismica redatto per tutte le scuole di proprietà comunale; operazione questa che anticipa di un anno la nuova scadenza indicata dal Commissario Errani per le zone terremotate, fissata nell'agosto del 2018. "In conseguenza di tale analisi - fa sapere il Comune di Teramo - l'amministrazione ha già potuto definire le necessità economiche necessarie per adeguare il patrimonio scolastico del territorio, per un importo complessivo di 53 milioni di euro".
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA