Falcucci, sisma-virus uccidono montagna

Poteri straordinari per i Comuni più colpiti

(ANSA) - CASTELSANTANGELO SUL NERA (MACERATA), 6 MAR - "Coronavirus e terremoto sono il combinato disposto per decretare la fine della montagna se non si prendono immediatamente provvedimenti urgenti". È quanto dice all'ANSA il sindaco di Castelsantangelo sul Nera Mauro Falcucci, commentando l'emergenza sanitaria che sta interessando anche i territori del cratere sismico marchigiano. "Adesso - aggiunge - noi terremotati siamo affetti da due mali, il virus e il sisma che da oltre tre anni si è sedimentato dentro di noi". "I sacrifici di una vita, cancellati in pochi istanti dal terremoto - spiega Falcucci - equivalgono a una lunga malattia". Il sindaco ha di nuovo chiesto che anche per i comuni più colpiti vengano concessi al nuovo commissario per la ricostruzione gli "stessi poteri straordinari che ha avuto, giustamente, quello di Genova per la ricostruzione del ponte Morandi".
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA




Modifica consenso Cookie