LiricoStruiamo a Fabriano e Ascoli

Opera lirica per non far spegnere riflettori su ricostruzione

(ANSA) - FABRIANO (ANCONA), 4 NOV - Due serate in teatro con l'opera Don Pasquale di Donizetti il 15 novembre a Fabriano e il il 16 ad Ascoli Piceno per non far spegnere i riflettori sulla ricostruzione post-sisma. Si amplia il progetto LiricoStruiamo che dopo aver proposto per tre anni l'opera lirica nelle zone del cratere sismico di Marche, Umbria, Lazio, ora si propone in versione invernale con una piccola ma completa compagnia con artisti professionisti provenienti prevalentemente dal cratere, ma non solo, studiata appositamente per poter allestire le opere anche nei teatri più piccoli e creando anche opportunità di lavoro agli artisti della zona, costretti a 'emigrare' per poter continuare a svolgere il proprio lavoro. Tra gli interpreti Ferruccio Finetti, Ashkan Shajarian, Alessandro Fiocchetti, Kelly McClendon. Regia di Pierluigi Cassano, Orchestra e Coro della Camerata Musicale del Gentile, dirige Lorenzo Sbaffi. Il programma prevede per domenica 10 novembre dalle 17 alle 19 e dalle 21 alle 23, all'Oratorio della Carità di Fabriano, le prove musicali aperte. Giovedì 14 novembre, al mattino, le lezioni-concerto presso le scuole di Fabriano. Quindi, la messa in scena, il venerdì 15 novembre, alle 21, al Teatro Gentile di Fabriano. E sabato, sempre alle 21, la prima al Teatro Ventidio Basso di Ascoli Piceno.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA