Unicam guida progetto arredo salva-vita

Presentato a Napoli "S.A.F.E.", partner due atenei e aziende

(ANSA) - CAMERINO (MACERATA), 15 OTT - Prima presentazione pubblica, nella Sala dei Baroni di Castel Nuovo a Napoli, del progetto di ricerca industriale "S.A.F.E. - Design sostenibile di sistemi di arredo intelligenti con funzione salva-vita durante eventi sismici", finanziato dal Ministero dell'Istruzione Università e Ricerca nel Programma Operativo Nazionale "Ricerca e Innovazione" 2014-2020 e che vede l'Università di Camerino come capofila di un partenariato composto da altri due atenei, enti ed aziende del settore. Il progetto - responsabile è la prof.ssa Lucia Pietroni della Scuola di Architettura e Design di Unicam con sede ad Ascoli Piceno - intende studiare, sviluppare e realizzare soluzioni innovative, concrete ed efficaci, in risposta alla crescente domanda di sicurezza nella vita quotidiana, emersa con forza dopo gli eventi sismici del 2016 nel Centro Italia, integrando conoscenze e competenze tecnico-scientifiche, differenti e complementari, quali quelle di Design, Ingegneria Strutturale, Informatica e Chimica. In particolare, il progetto "S.A.F.E." è finalizzato allo sviluppo progettuale e alla realizzazione di sistemi di arredi "antisismici", intelligenti e "salva-vita" in caso di terremoto, per le scuole e gli uffici. Con un approccio tecnico-scientifico multidisciplinare all'innovazione e la condivisione di differenti know-how presenti ne partenariato pubblico-privato coinvolto nel progetto, i risultati attesi riguardano la realizzazione di nuovi sistemi d'arredo per scuole e uffici più sicuri, la loro validazione mediante test e prove strutturali, e anche le potenzialità che il progetto può contribuire a generare in termini di innovazione, sviluppo economico e incremento di competitività del comparto Legno-Arredo italiano. Alla presentazione pubblica hanno partecipato tutti i partner del progetto tra cui la capofila Unicam, rappresentata dai team di ricerca dell'area del Disegno Industriale, dell'Ingegneria Strutturale, dell'Informatica e della Chimica. Gli altri partner sono le Università dell'Aquila e della Basilicata, e otto (A.Z. Ufficio, Camillo Sirianni, Cosmob, Icam, Styloffice, Vastarredo, Fillippetti e Santer Reply).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA