Sisma, prima pietra scuola a Sarnano

Sottosegretario ad avvio lavori struttura finanziata da Ania

(ANSA) - SARNANO (MACERATA), 24 LUG - Una struttura in legno lamellare di circa mille metri quadrati, resistente e completamente antisismica, all'avanguardia per risparmio energetico e recupero di acque, che potrebbe essere pronta entro l'anno per i 175 alunni di Sarnano (Macerata). E' la nuova scuola primaria "Giacomo Leopardi" i cui lavori sono stati inaugurati alla presenza, tra gli altri, del sottosegretario alla Presidenza del Consiglio con delega alla ricostruzione Vito Crimi, del commissario Piero Farabollini e di Maria Bianca Farina presidente di Ania (Associazione nazionale imprese assicuratrici) che ha finanziato l'opera con due milioni di euro. "Si chiude un cerchio", ha detto soddisfatto il sindaco Luca Piergentili per il fatto che si tratta della quarta scuola inaugurata a Sarnano grazie anche al contributo di privati. Durante la cerimonia è stata scoperta nel cantiere, avviato su un'area messa a disposizione della Provincia di Macerata, una targa che ricorda la posa della prima pietra della struttura. Alla presentazione, nell'aula consiliare del Comune, anche molti bimbi che in futuro frequenteranno la "Leopardi". In una bacheca hanno disegnato la nuova scuola esprimendo i loro desideri su come vorrebbero che fosse. Nella struttura alcuni spazi, come la palestra, verranno utilizzati anche per i ragazzi del Liceo e per attività di associazioni sportive; altre aule saranno aperte per 'aggregare' la cittadinanza. La scuola, ha detto Piergentili, "porta in avanti la nostra comunità"; è "un esempio di costruzione migliore a quello che c'era prima, negli anni '50 e '70, una scuola innovativa, all'avanguardia dal punto di vista energetico e in sicurezza". C'è, ha concluso riguardo a spazi aperti alla cittadinanza, la "necessità che la gente stia insieme oltre l'orario scolastico".
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA