Vescovo, ricostruzione sisma lontana

Per mons. Boccardo "l'emergenza non è ancora terminata"

(ANSA) - SPOLETO (PERUGIA), 9 LUG - "È un San Benedetto triste. A tre anni dalle prime scosse l'emergenza non è terminata, la ricostruzione è ancora lontana e la burocrazia è una macchina capace di uccidere più del terremoto": a dirlo è il vescovo di Spoleto-Norcia, mons. Renato Boccardo. Il presule ha tenuto una conferenza stampa alla vigilia della festa liturgica del santo di Norcia. "Per me - ha sottolineato - l'emergenza terminerà quando tutti saranno entrati nelle loro case e quando tutti gli edifici saranno ricostruiti". Boccardo ha sottolineato anche l'esigenza di creare luoghi di aggregazione perché "la ricostruzione umana è quasi più urgente di quella dei muri". In tale senso la diocesi aveva chiesto la possibilità di installare a proprie spese cinque container in altrettante frazioni di Norcia, ma "ce ne è stato autorizzato solo uno, nonostante non avessero bisogno di alcuna piattaforma in cemento". "Ma i vincoli ambientali - ha concluso - ci impediscono di mandare avanti il nostro progetto". (ANSA).
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA