Mille pratiche a Uffici ricostruzione

Sono 400 quelle autorizzate e altrettante in istruttoria

(ANSA) - NORCIA (PERUGIA), 30 OTT - Sono un migliaio - su 9 mila attese - le pratiche già presentate agli Uffici speciali per la ricostruzione, leggera e pesante, degli edifici danneggiati dai terremoti del 2016. Di queste ne sono state autorizzate 400 e altrettante sono in fase di istruttoria, mentre i cantieri già completati sono 80 in base al dato aggiornato nelle ultime ore. Numeri che sono stati forniti oggi a Norcia dalla presidente della Regione, Catiuscia Marini, nel suo intervento alla nuova galleria commerciale in occasione dei due anni dalla scossa di magnitudo 6,5 che sconvolse il Centro Italia. In Umbria il sisma ha interessato 15 comuni e una popolazione di 57.505 abitanti. La gestione post sisma ha visto la realizzazione di 752 soluzioni abitative di emergenza già realizzate e 24 ancora in costruzione, comprese le otto di Castelluccio di Norcia. Per le Sae già costruite è previsto un impegno di spesa pari a 83 milioni e 172 mila euro. Sono invece 11 i container collettivi allestiti, mentre i moduli abitativi destinati agli agricoltori e allevatori sono 68. Le persone che usufruiscono del Contributo di autonoma sistemazione sono, al 15 ottobre, 5.180. Il costo per sostenere i Cas, dall'inizio del sisma, si aggira attorno ai 44 milioni. Sul fronte scuole sono 101 gli istituti temporaneamente inagibili, 23 parzialmente inagibili e 15 totalmente inagibili su 366 verificati. Per 62 istituti sono stati autorizzati interventi urgenti e 34 sono stati già finanziati per un importo di 54 milioni e 419 mila euro. L e donazioni giunte in Umbria in questi 24 mesi post terremoto, attraverso il numero solidale, sono oltre 4 milioni e 800 mila euro. Infine, le macerie: delle 100 mila tonnellate stimate, al primo ottobre scorso ne sono state rimosse il 94%. (ANSA).
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE: