Ceriscioli, Conte?Servono altri incontri

A noi interessa lavoro concreto, prima prova sarà dl sisma

(ANSA) - ANCONA, 12 GIU - "Credo che bisognerà aspettare altri incontri per capire meglio". Il presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli ha risposto così ai giornalisti che gli chiedevano le sue impressioni dopo il primo incontro, ieri ad Arquata, con il nuovo presidente del Consiglio Giuseppe Conte, giunto in visita nelle zone terremotate. Il premier non ha fatto promesso, gli hanno ricordato i giornalisti. "Vedremo nel momento in cui 'fa' - la replica -. Al di là della logica degli annunci, a noi non interessa né l'annuncio né il mancato annuncio. Ci interessa molto invece il lavoro concreto. La prima prova probabilmente sarà decreto sul sisma, che metterà in moto le semplificazioni e tutto il resto. Attendiamo la prova dei fatti. Dare un giudizio preventivo è sbagliato". Intanto il governatore ha consegnato ieri un pacchetto di richieste a Conte: "ci sono le semplificazioni, il piano strategico per il rilancio dopo il terremoto, la questione delle autonomie speciali per rafforzare il ruolo delle Regioni in una fase così delicata e anche un dossier sulla Whirlpool (che ha annunciato un piano industriale potenzialmente penalizzante per lo stabilimento di Comunanza, ndr), con gli articoli di legge che permettono di rifinanziare con coperture la proroga degli ammortizzatori sociali per un anno e mezzo, in modo da dare una prospettiva più lunga in termini di riassetto industriale e ripartenza senza creare un vulnus dal primo gennaio 2019. Questi, promesse o non promesse, sono fatti - ha concluso - e noi li sottoponiamo, se il dossier viene accolto, bene. Ma se non viene accolto, non sarebbe certo un fatto positivo".(ANSA).
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE: