Comitati Terremoto, emergenza non finita

"Da stamani 1.200 senza casa per decreto 'salva Peppina'"

"Abbiamo appreso dagli organi di stampa che il presidente del Consiglio dei Ministri ha dichiarato di fatto terminata l'emergenza per i terremotati. Come coordinamento dei Comitati ci teniamo a far notare che ad oggi la situazione è questa: deve essere consegnato il 35% di Sae (più di 2500 persone sono ancora senza la Soluzione abitativa di Emergenza); da questa mattina più di 1200 terremotati sono ufficialmente senza una casa grazie al decreto 'Salva Peppina' che anziché risolvere, provvede a punire chi ha cercato di rimboccarsi le maniche".

Così i coordinatori Comitati Terremoto Centro Italia Francesca Mileto e Francesco Pastorella. "Non solo - aggiungono - oltre 2 milioni di tonnellate di macerie attendono di essere rimosse (le macerie impediscono, de factu, la ricostruzione); migliaia di posti di lavoro sono stati perduti ed ogni giorno piccole imprese (soprattutto artigiani) muoiono; la viabilità non è stata assolutamente ripristinata ed interi paesi sono totalmente isolati. Questa incomprensibile affermazione del capo del governo certifica l'incolmabile lontananza della politica dai propri cittadini e l'incapacità di chi ci governa di comprendere le reali esigenze dei terremotati nonché di assegnare le giuste priorità".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA