Prima perimetrazione, a Castelsantangelo

Strumento progettazione per aree più devastate dal sisma

(ANSA) - ANCONA, 14 NOV - L'Ufficio della ricostruzione della Regione Marche ha dato il via libera alle prime perimetrazioni dei comuni maggiormente colpiti dal sisma. La prima firma è per il Comune di Castelsantangelo sul Nera (Macerata), che ha individuato 8 aree: Castelsantangelo capoluogo e sette fra località e frazioni. "In settimana - spiega il presidente delle Marche Luca Ceriscioli - verranno adottati anche i decreti per le perimetrazioni del Comune di Arquata del Tronto (Ascoli Piceno). Operazioni propedeutiche alla ricostruzione, per avere un piano sovraordinato, uno strumento di progettazione e di controllo per ridisegnare le aree interne e i comuni più devastati dal sisma". "Ho già avviato il confronto con i miei cittadini, frazione per frazione per comunicare loro le perimetrazioni e iniziare il percorso concertato - spiega il sindaco di Castelsantangelo sul Nera Mauro Falcucci -, cercando di anticipare i tempi per capire come ricostruire in questa realtà. Abbiamo lavorato più in fretta possibile per stare nei tempi che ci hanno imposto. Questo è un primo passo per capire se, dove, come e quando ricostruire Castelsantangelo". La perimetrazione consiste nell'evidenziare spazi, edifici, aggregati e urbanizzazioni su cui è necessario intervenire, previa l'approvazione di strumenti urbanistici attuativi; non comporta mutamenti, modifiche e integrazioni degli strumenti urbanistici in vigore. Riguarda nuclei storici di particolare interesse con un alto livello di danneggiamento, e individua aree pubbliche, strade e edifici privati e pubblici che ad oggi sono completamente distrutti e che necessitano di un riassetto urbano.(ANSA).
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA