Sindaco Pieve Torina,soluzione per abusi

Casette sorte spontaneamente in attesa Sae a causa emergenza

(ANSA) - PIEVE TORINA (MACERATA), 7 OTT - Alessandro Gentilucci, sindaco di Pieve Torina, fa il punto sulla situazione delle casette potenzialmente abusive spuntate sul territorio del cratere, e lancia un appello al commissario straordinario per la ricostruzione Paola De Micheli. "La politica deve trovare il modo per aiutare i terremotati - dichiara Gentilucci -. Si individui subito una soluzione, queste persone meriterebbero un grazie per non aver lasciato desertificare il territorio e per aver fatto risparmiare il governo, e non di vivere con la paura. Se la politica non interviene, perché sorda - incalza Gentilucci - è evidente che la magistratura non può far altro che applicare, giustamente, la legge. La politica deve muoversi, anche perché non c'è l'alternativa. Dove le mandiamo queste persone, di nuovo al mare? Le Sae (soluzioni abitative d'emergenza) non arrivano oppure arrivano a rilento. In tutto questo percorso delicato e drammatico, mi appello al commissario straordinario per la ricostruzione Paola De Micheli. Tra l'altro, per la delocalizzazione delle attività produttive - precisa il sindaco - è stata trovata una soluzione, cioè accanto all'attività distrutta si può insediare un'attività provvisoria, sul proprio terreno. Oggi la stessa soluzione deve essere applicata ai casi di chi vive nella precarietà estrema a livello abitativo". Lo stesso sindaco, mesi fa, aveva proposto a Regione e governo un atto di indirizzo "per garantire a un territorio devastato la possibilità di ricoveri provvisori", dice Gentilucci. (ANSA).
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA