Inaugurato centro 'Agorà' Arquata Tronto

Opera voluta da vescovo Ascoli Piceno Giovanni D'Ercole

(ANSA) - ARQUATA DEL TRONTO (ASCOLI PICENO), 7 OTT - Il cardinale Francesco Montenegro, presidente della Caritas italiana, ha inaugurato a Borgo di Arquata del Tronto il centro polivalente 'Agorà', opera pensata e voluta dal vescovo di Ascoli Piceno Giovanni D'Ercole. La struttura è funzionante già dal 24 agosto scorso, giorno del primo anniversario del terremoto. "Oggi, completata la fase di rodaggio, lo consegniamo alla cittadinanza" ha detto mons. D'Ercole. Costruita su due piani in legno sui principi della più moderna bioedilizia, la struttura è luogo di aggregazione per la comunità arquatana, devastata dal terremoto. "L'opera - spiega mons. D'Ercole - è stata realizzata grazie al contributo generoso di tutte le Caritas europee che si sono strette con un segno tangibile di solidarietà attorno alla comunità di Arquata del Tronto". "Abbiamo voluto chiamare il centro 'Agorà', parola che in greco antico significa luogo di accoglienza, proprio per sottolineare l'obiettivo di questo spazio collettivo: ricostruire il senso sociale e pastorale dello stare insieme per rinascere e guardare con più fiducia e speranza al futuro, ricreando nel tempo il tessuto connettivo civico leso dalle scosse", conclude il vescovo. Ampio 650 mq, il Centro sarà dotato di aree ricreative, bar, sala multimediale convegni, servizi e 24 posti letto assegnati temporaneamente a famiglie in attesa di poter entrare nelle casette in fase di realizzazione. All'esterno della struttura, che sorge accanto alla nuova scuola, si estende una vasta zona verde di circa 700 mq con piazzale e parco giochi. (ANSA).
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA