De Micheli nello stabilimento della 'Pasta di Camerino'

'Ampliamento fabbrica è segnale di speranza e fiducia'

(ANSA) - CAMERINO (MACERATA), 6 OTT - "Nel cuore di un territorio che sta provando a tornare alla normalità, l'esempio della famiglia Maccari che ha investito per ampliare lo stabilimento produttivo assumendo ulteriore personale è un segno di speranza e di fiducia". Così Paola De Micheli, commissario alla Ricostruzione, durante la visita nello stabilimento dell' azienda Entroterra spa che produce pasta all'uovo e di semola con il marchio 'La Pasta di Camerino'. Accolta dal fondatore Gaetano Maccari e dal direttore Federico Maccari, ha visitato la zona di produzione. "Al commissario abbiamo augurato buon lavoro - dice Gaetano Maccari - perché c'è ancora tanto da fare per far tornare alla normalità questo territorio così gravemente ferito". Presente all'incontro anche l'on. Irene Manzi. All'indomani della gravissima scossa di terremoto del 30 ottobre, l'azienda ha annunciato l'intenzione di raddoppiare lo stabilimento: la nuova struttura è stata inaugurata il 15 settembre. A regime avrà una capacità produttiva di 450 quintali di pasta al giorno su 6 linee di produzione con 60 referenze di pasta all'uovo, pasta di semola, di farro ed integrale in chiave artigianale e di alta qualità con triplo impasto lento a bassa temperatura, lenta estrusione, trafilatura al bronzo, essiccazione lenta a bassa temperatura. Con 16 milioni di euro di fatturato, 250 quintali di pasta secca all'uovo, il 20% della quale è esportata sul mercato di Germania e Usa, e 56 dipendenti (che diventeranno presto 70, per la maggior parte donne), Entroterra Spa è diventata ormai la più importante azienda privata del territorio di Camerino e terzo attore nazionale nel settore della pasta secca all'uovo. (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA