Sfratto 95enne, Anm replica a Salvini

'Tentativo di condizionamento e parole violente'

(ANSA) - ASCOLI PICENO, 3 OTT - ''Affermare che se i giudici di un Tribunale prenderanno una decisione invece che un'altra 'dovranno vedersela con me e con una marea di cittadini perbene' non è solo un'aspra critica preventiva e un improprio tentativo di condizionamento, ma è un'espressione verbalmente violenta che, certamente al di là delle intenzioni, contribuisce a quel discredito della magistratura per decisioni 'sgradite' o semplicemente ritenute sbagliate, su cui poi possono innescarsi persino aggressioni fisiche ai magistrati dentro i Tribunali, come anche di recente si è ripetuto''. In una nota, la Giunta Distrettuale delle Marche dell'Associazione Nazionale Magistrati replica al leader della Lega Nord Matteo Salvini a proposito del sequestro della casetta di legno abusiva di Giueppa Fattori, l'anziana terremotata di Fiastra. Un sequestro disposto dalla magistratura di Macerata, che poi ha però prorogato fino alla sentenza del Tribunale del Riesame (l'udienza è prevista per il 6 ottobre) lo sfratto della 95enne. Nel prendere atto ''con rammarico e preoccupazione di tali dichiarazioni da parte di un uomo politico di primo piano in riferimento ai giudici del Tribunale di Macerata, che nei prossimi giorni dovranno decidere su un caso particolarmente delicato e umanamente drammatico, il sequestro di una casetta in legno dove viveva un'anziana terremotata" l'Anm delle Marche "esprime vicinanza a quei giudici e assoluta fiducia nella loro serenità ed equanimità di giudizio". Per il 6 ottobre Salvini ha annunciato la sua presenza a Macerata.
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA