Corrao, accordo Ue-Cina? Penalizzato Sud

Eurodeputato, neanche un prodotto da tutelare e promuovere

(ANSA) - PALERMO, 8 NOV - "Sull'accordo tra Europa e Cina sul riconoscimento di cento prodotti Igp c'è veramente poco da festeggiare, perché nella lista dei prodotti da tutelare e promuovere non ve n'è nemmeno uno del Mezzogiorno. Niente pecorino sardo, niente pomodori Igp di Pachino. Lo avevo detto già nel 2016, cambia il governo e ministri ma la musica per i nostri prodotti agroalimentari e i nostri produttori rimane sempre la stessa: I grossi interessi da tutelare sono solo quelli del nord e mai quelli del Mezzogiorno del Paese". Lo afferma l'eurodeputato del Movimento 5 Stelle, Ignazio Corrao a proposito dell'accordo Europa Cina sul riconoscimento di una lista di prodotti Igp tra i quali non figura alcun prodotto del Mezzogiorno. "Passano gli anni - spiega Corrao - ma siamo alle solite. Tre anni fa, grazie al gruppo all'Ars si era presentata anche una mozione con la quale si impegnava il governo regionale ad attivarsi per far inserire almeno i prodotti più a rischio contraffazione e con una quota di mercato estera potenzialmente in crescita. Ma niente sia dal punto di vista regionale che nazionale. Anzi, il Centinaio e la Bellanova di turno hanno deciso che andava bene così e che quella lista 'proposta dal governo italiano' a Bruxelles rappresentava prodotti e territorio da difendere". (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai alla rubrica: Pianeta Camere