Nicosia uomo onore tra impegno civile-clan

(ANSA) - PALERMO, 4 NOV - Direttore dell'Osservatorio Internazionale dei diritti umani (Oidu), pedagogista, laureato in Scienze della Formazione multimediale con una tesi sul "Trattamento penitenziario, ascoltare e progettare per rieducare sorvegliare e rieducare, l'esperienza carcere", Antonello Nicosia, originario di Sciacca, fermato oggi per associazione mafiosa insieme al boss di Sciacca Accursio Dimino, è stato eletto per due anni (2017-2018) come componente del Comitato Nazionale dei Radicali Italiani. Per i pm sarebbe vicino all'ala di Cosa nostra che fa riferimento al boss latitante Matteo Messina Denaro.
    Nel curriculum allegato al sito dell'Oidu elenca esperienze nella formazione professionale in particolare nella progettazione di corsi per svantaggiati sociali e disoccupati.
    Sempre nel curriculum si dice "assistente parlamentare" e "docente a contratto nella scuola pubblica come esperto nei corsi PON". Nel 2011 è stato coordinatore del progetto "La Tavola Multiculturale" attività a favore della formazione e dell'integrazione degli immigrati. Nicosia indica tra i suoi titoli quello di ricercatore presso l'Invalsi, Istituto nazionale per la valutazione del sistema educativo di istruzione e di formazione, e quello di insegnante di Storia della mafia nell'Università della California.
    Per i pm, oltre a portare all'esterno i messaggi dei mafiosi che incontrava durante le sue visite in carcere, avrebbe gestito gli affari del clan in America e riciclato denaro sporco.
    (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai alla rubrica: Pianeta Camere