Scrittori: il francese Dantzig 'candida' Calaciura a Nobel

Nel corso di una trasmissione radiofonica in Francia

   France Culture, nella trasmissione radiofonica "La Grande Table des idées" condotta da Olivia Gesbert, ha intervistato ieri lo scrittore e saggista francese Charlez Dantzig, tradotto anche in Italia, mentre si attendevano i nomi dei vincitori del doppio Nobel per la letteratura, andato a Olga Tokarczuk e Peter Handke. Dantzig, autore, tra l'altro, di "A proposito di capolavori", alla domanda su quali scrittori, secondo lui, meriterebbero il Nobel, ha risposto che "uno dei migliori romanzieri italiani viventi è Giosuè Calaciura, di cui in Francia è stato recentemente tradotto 'Borgo Vecchio'. Uno scrittore straordinario".
    Edito da Sellerio, come altri libri dell'autore palermitano trapiantato a Roma, "Borgo Vecchio" - tradotto oltre che in francese anche in tedesco - ha recentemente vinto il "Premio Volponi" e il "Marco Polo" - quest'ultimo sarà consegnato domani a Venezia a Calaciura e alla sua traduttrice francese Lise Chapuis - ed è finalista in Francia del prestigioso "Prix Femina" che sarà assegnato il prossimo 25 ottobre.
    Dantzig ha anche citato, tra le sue personali scelte per il Nobel, il portoghese Antonio Lobo Antunes e la statunitense Annie Proulx. 
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      vai

      ANSA ViaggiArt

      Al confino a Ustica, testimonianze antifasciste

      Tra il 1926 e il 1927 nella piccola isola vennero confinati molti esponenti della sinistra italiana, da Gramsci a Bordiga. La testimonianza del loro passaggio in una mostra a Palermo

      Confino degli antifascisti a Ustica, mostra di foto a Palermo (ANSA)