Società: i "Millennials", nativi digitali curiosi e felici

Indagine di Civita in collaborazione con Baba consulting

(ANSA) - PALERMO, 10 OTT - I "Millennials" risultano ambiziosi e, al contempo, minati dalla precarietà e dal senso di frustrazione nei confronti del proprio futuro lavorativo ed economico: i giovanissimi della "Gen Z", i cosiddetti nativi digitali, si dichiarano curiosi e felici. Vivono in modo energico la loro quotidianità, scandita dal desiderio di scoperta, sperimentazione del nuovo e voglia di esplorazione del mondo esterno alla propria dimensione, facendo uso di dispositivi tecnologici e digitali non solo per finalità ludiche. E' quanto emerge dall'indagine, condotta dal Centro Studi dell'associazione Civita in collaborazione con Baba consulting, e presentata nel pomeriggio, a Palermo, nella sede della Fondazione Società Siciliana per la Storia Patria.
    I risultati costituiscono spunti strategici in termini di "audience development" e "cultural engagement" per le giovani generazioni. I giovani analizzati sono compresi tra due fasce d'età: "Generazioni Y" (18-32) e Z (15-17), nati fra il 1986 ed il 2003, giovani che, in un contesto di forte complessità, si trovano a dover affrontare scelte chiave della loro vita, l'uscita dalla famiglia di origine o il passaggio dallo studio al mondo del lavoro. Un'ampia quota del campione (il 76%) vive con la famiglia di origine; il 93% è single (86% Gen Y) e solo il 4% ha figli. Il 41% è in possesso di laurea o titolo post lauream (in prevalenza di taglio scientifico) e, in termini occupazionali, il 14% del campione svolge un'attività lavorativa - oltre 4 Millennials su 10 sono occupati a tempo pieno - mentre 6 intervistati su 10 sono studenti. Dallo studio emerge che la socialità tende a polarizzarsi nell'ambito ristretto della famiglia, degli amici e delle relazioni amorose, con disinteresse e disaffezione per le istanze sociali e collettive. Il ritratto è quello di una generazione confusa rispetto alla propria condizione, la cui definizione di sé passa attraverso gli interessi e le passioni individuali ("sono ciò che faccio"). (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai alla rubrica: Pianeta Camere