Teatro: "Sogno di una notte di mezza estate" al Libero

Regista Chiappara, commedia brillante e godibilissima

 "Una commedia brillante e godibilissima, in cui il genio del teatro inglese si diverte a dare spessore drammaturgico ai viluppi apparentemente banali e quotidiani della vita, intonandoli alle corde dei lazzi e degli esilaranti colpi di scena che imprevedibilmente caratterizzano i personaggi nel loro avere addosso e nel loro agire una forte pregnanza teatrale, fatta di forma e corpo". Lo afferma Lia Chiappara che ha curato la drammaturgia e regia di "Sogno di una notte di mezza estate" che andrà in scena da giovedì a sabato alle ore 21.15, al Teatro Libero di Palermo. Sul palcoscenico Giada Costa, Vincenzo Costanzo, Marta Lunetta, Silvia Scuderi e Giuseppe Vigneri e gli allievi Gianmarco Amato, Giuseppe Mangano e Alessandro Quartararo. La trama ruota intorno alla storia di Ermia che si rifiuta di sposare Demetrio, che le è stato imposto dal padre Egeo, perché ama Lisandro. Teseo, duca d'Atene, dà ad Ermia quattro giorni di tempo per obbedire ai voleri del padre, trascorsi i quali la fanciulla sarà tremendamente punita. Ermia e Lisandro fuggono nel bosco per sposarsi segretamente, inseguiti da Demetrio infuriato per il rifiuto e da Elena che nutre per lui una passione non corrisposta. Qui i giovani cadono vittime degli incantesimi del re e della regina delle fate. (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      vai

      ANSA ViaggiArt

      Al confino a Ustica, testimonianze antifasciste

      Tra il 1926 e il 1927 nella piccola isola vennero confinati molti esponenti della sinistra italiana, da Gramsci a Bordiga. La testimonianza del loro passaggio in una mostra a Palermo

      Confino degli antifascisti a Ustica, mostra di foto a Palermo (ANSA)
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere