Cinema: si rilegge il rapporto con Leonardo Sciascia

Il 25 settembre giornata incontri tra Zisa e Palazzo Petix

(ANSA) - PALERMO, 23 SET - Il cinema ha tratto molta ispirazione dalle opere di Leonardo Sciascia ed è stato da Sciascia amato sin da ragazzo. Questo intenso scambio di interesse sarà rivisitato il 25 settembre, a 30 anni dalla scomparsa dello scrittore, con una giornata di incontri e interventi organizzata a Palermo dal Centro di ricerca per la narrativa e il cinema presieduto da Egle Palazzolo.
    Ai gialli di Sciascia si sono ispirati, oltre al "Giorno della civetta" di Damiano Damiani, "A ciascuno il suo" di Elio Petri, "Todo modo", "Cadaveri eccellenti" (tratto da "Il contesto"), "Porte aperte" e "Una storia semplice", l'ultimo romanzo dello scrittore siciliano.
    "A ciascuno il suo" e "Todo modo" saranno proiettati al cinema De Seta dei Cantieri culturali alla Zisa che ospiterà anche una conversazione aperta agli studenti a cura di Laura Busetta, Gaetano De Bernardis Giovanni Massa e Egle Palazzolo.
    Nel pomeriggio a Palazzo Petyx, sede della Banca Popolare Sant'Angelo, Marcello Benfante, Maurilio Catalano, Maria Lombardo e Anna Maria Sciascia parleranno delle delle relazioni tra lo scrittore e gli autori cinematografici. (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai alla rubrica: Pianeta Camere