Mafia: commemorato maresciallo Ievolella

Fu ucciso nel 1981 da sicari di Cosa nostra

(ANSA) - PALERMO, 10 SET - La mafia 38 anni fa ha ucciso il maresciallo Vito Ievolella in piazza Principe di Camporeale a Palermo. Questa mattina alla presenza del comandante della legione carabinieri Sicilia, generale di divisione Giovanni Cataldo, è stata deposta una corona d'alloro sulla lapide dedicata al carabiniere. Il 10 settembre 1981, Vito Ievolella, a bordo della sua auto con la moglie Iolanda, nell'attesa della figlia Lucia, impegnata in una lezione di scuola guida, è stato ucciso da sicari di Cosa nostra. All'agguato parteciparono quattro killer mafiosi armati di pistole calibro 7,65 e fucili.
    Per l'omicidio sono stati condannati, Tommaso e Francesco Spataro, Pietro Senapa e Giuseppe Lucchese. A ricostruire l'agguato sono stati i collaboratori di giustizia Salvatore Cocuzza e Salvatore Cancemi, condannati a 10 anni.(ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai alla rubrica: Pianeta Camere