Accordo con Ctrip per turisti cinesi

Il colosso delle agenzie di viaggio asiatiche "spingerà" flussi

   E' stato firmato oggi, nella sede dell'assessorato regionale al Turismo a Palermo, il protocollo d'intesa tra Ctrip, il colosso delle agenzie di viaggio on line dell'Asia, Sicindustria e Confcommercio Sicilia, per portare turisti cinesi in Sicilia. Con oltre 300 milioni di utenti in Cina, Ctrip si impegna a distribuire le sue piattaforme online e le connessioni con i media per promuovere destinazioni turistiche ed esperienze locali siciliane verso il mercato turistico cinese di alto profilo: dalle stazioni balneari e spa termali, ai percorsi enogastronomici, gli itinerari d'arte e di storia come il parco archeologico di Segesta e Selinunte e la Valle dei Templi di Agrigento, percorsi naturali come sciare sull'Etna o fare immersioni ad Ustica, o anche eventi locali tra cui il festival del cinema di Taormina e il Carnevale di Acireale. Il protocollo d'intesa è stato sottoscritto dal responsabile marketing di Ctrip Bo Sun, da Alessandro Albanese, presidente di Sicindustria, e Francesco Picarella, presidente di Confcommercio Sicilia, alla presenza di Michele Geraci, sottosegretario di Stato del ministero per lo sviluppo economico con delega al commercio internazionale, di Gaetano Armao, assessore regionale dell'Economia, e di Lucia Di Fatta, dirigente generale del turismo, in rappresentanza dell'assessore regionale Manlio Messina, che ha "benedetto" l'intesa con una formale lettera di apprezzamento. .
     "Siamo entusiasti di collaborare con la Sicilia e non vediamo l'ora di lavorare più da vicino con l'industria turistica italiana e di portare più turisti cinesi in Sicilia a fargli sperimentare tutto ciò che questa bellissima regione ha da offrire. L'Italia è già una delle destinazioni più popolari per il mercato del turismo 'outbound' cinese, che è sempre più in crescita". Lo ha detto Bo Sun, chief marketing officer di Ctrip nel corso dell'incontro con la stampa per presentare il protocollo d'intesa tra il colosso delle agenzie di viaggio on line dell'Asia, Sicindustria e Confcommercio Sicilia per portare, è stato detto, turisti da "4-5 mila euro a visita". "Nel 2017 - ha aggiunto Bo Sun - i turisti cinesi hanno contribuito con 258 miliardi di dollari all'economia globale e 150 milioni di turisti cinesi hanno viaggiato all'estero nel 2018. Dai ristoranti agli artigiani locali, tutte le aree dell'economia siciliana locale trarranno vantaggio dall'essere parte di questa enorme operazione. Con l'avvicinarsi del 2020, Anno del turismo e della cultura Italia-Cina, ci saranno ampie opportunità".   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere