Almaviva: lavoratori in piazza a Palermo

Sindaco al corteo, serve un tavolo nazionale sulla vertenza

(ANSA) - PALERMO, 25 LUG - A Palermo i lavoratori di Almaviva sono scesi in piazza dopo che l'azienda ha annunciato 1.600 esuberi nella sede del capoluogo siciliano. Al corteo hanno preso parte il sindaco Leoluca Orlando e l'assessore al Lavoro Giovanna Marano. "Non voglio neanche pensare - ha detto Orlando - a cosa possa succedere ed è la ragione per la quale noi oggi siamo qui, insieme ai lavoratori, per dire che Palermo è una città di riferimento in Italia nel settore dei call center. Non si può consentire, nell'indifferenza degli organi regionali e nazionali, che questo accada. Abbiamo chiesto l'intervento forte da parte del governo nazionale e ci auguriamo che anche la Regione sia accanto a noi nel formulare questa richiesta, perché occorre fare un tavolo nazionale sulla vertenza di Palermo".
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      vai

      ANSA ViaggiArt

      Al confino a Ustica, testimonianze antifasciste

      Tra il 1926 e il 1927 nella piccola isola vennero confinati molti esponenti della sinistra italiana, da Gramsci a Bordiga. La testimonianza del loro passaggio in una mostra a Palermo

      Confino degli antifascisti a Ustica, mostra di foto a Palermo (ANSA)