Scomparso nel Palermitano: trovate ossa

Vicino alla diga Rosamarina dove si recò Santo Alario

(ANSA) - PALERMO, 11 GIU - Ossa umane sono state trovate dai Vigili del fuoco e dai carabinieri che hanno scavato, e lo faranno anche domani, nei pressi del chilometro 17 della strada provinciale 6 che collega Ventimiglia di Sicilia e Trabia, nell'area vicina alla diga Rosamarina, teatro della scomparsa di Santo Alario, il quarantaduenne originario di Villabate di cui non si hanno notizie dal 7 febbraio 2018. In quella data si era recato nella zona insieme a Giovanni Guzzardo, proprietario di un bar a Capaci, arrestato tre mesi dopo la scomparsa e attualmente sotto processo per omicidio.
    Le ossa sono parte di un cranio, denti e frammenti di un braccio e di una gamba. I reperti, repertati dalla scientifica dei carabinieri, saranno inviati al Ris di Messina. Per continuare lo scavo, ai carabinieri e ai vigili del fuoco si affiancheranno domani anche i militati del Genio e i sommozzatori dei pompieri.
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai alla rubrica: Pianeta Camere