Pen drive esplosa in procura, arrestato ingegnere informatico

Indagini concluse anche per altro caso simile a Palermo

  La Polizia di Stato ha arrestato Roberto Sparacio di 51 anni, ingegnere informatico,ritenuto responsabile dell'esplosione della pen drive che, nell'ottobre 2018, ferì gravemente negli uffici della Procura della Repubblica di Trapani un ispettore superiore della polizia di Stato.
    L'operazione "Unabomber Pantelleria" condotta dalla squadra mobile di Trapani, insieme alla sezione di polizia giudiziaria della Procura della Repubblica, ha permesso "di raccogliere gravi indizi di colpevolezza nei confronti dell'uomo - si legge in una nota - e di far luce anche sull'esplosione, avvenuta a Palermo nel luglio 2016, di un'altra pen-drive, che ferì gravemente un venticinquenne".
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai alla rubrica: Pianeta Camere