Mare Jonio a Lampedusa, nave sequestrata

Salvini, non è barca libera. Ong, ci vogliono fermare

(ANSA) - ROMA, 10 MAG - Mare Jonio sbarcherà i 30 migranti soccorsi ieri al largo della Libia, tra cui due donne incinte e cinque minori, a Lampedusa. Intanto la Guardia di Finanza sta procedendo ad un "sequestro d'iniziativa" della nave: i militari, si apprende da fonti del Viminale, dopo esser saliti a bordo avrebbero rilevato alcune irregolarità e proprio per procedere il sequestro è stato consentito alla nave di entrare nel porto di Lampedusa. L'accusa ipotizzata nei confronti dell'equipaggio è favoreggiamento dell'immigrazione clandestina.
    "Mi risulta che la nave Jonio non entrerà a Lampedusa da nave libera. Non voglio portare via il lavoro ai magistrati. Io faccio il ministro dell'Interno e garantisco la sicurezza ai cittadini", ha detto il ministro dell'Interno Matteo Salvini.
    Dalla ong commentano, "ci vogliono fermare".
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai alla rubrica: Pianeta Camere