Teatro: quando suono corpo diventa danza

In scena al Massimo a Palermo giovedì e venerdì prossimo

     In-side-out un percorso percettivo e sensoriale dedicato al suono del corpo, riservato a 30 persone per ogni spettacolo, che si muove tra la Sala Pompeiana e la Sala degli Stemmi del Teatro Massimo di Palermo, con la coreografia e idea di movimento di Giovanna Velardi e su musiche e suoni di Mario Bajardi. Lo propone il corpo di ballo giovedì e venerdì prossimo alle ore 11.30 Bajardi e Velardi "puntano a mettere in comunione le vibrazioni del suono e della danza.
    Pubblico e danzatori si muovono negli spazi del Teatro, esplorando insieme suoni, vibrazioni e percezioni. Percepire il suono interno del corpo - affermano gli autori - ci mette in contatto con le vibrazioni e le onde sonore del corpo che si proiettano all'esterno, trasformate, riplasmate e attive, per poi raggiungere di nuovo il corpo. Lo spazio con cui il corpo si incontra e scontra, accelerando e decelerando, tendendosi e rilassandosi, dà vita a frequenze e intensità, come accade nel suono e nella musica".
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
      TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

      Video ANSA


      Vai alla rubrica: Pianeta Camere