Lavoro: Sirti annuncia 833 esuberi, sciopero in sede Carini

Stabilimento occupa 180 dipendenti. Fiom, ci opporremo a tagli

(ANSA) - PALERMO, 18 FEB - La Sirti, azienda nazionale specializzata nella realizzazione e manutenzione di grandi reti di telecomunicazione, annuncia l'apertura di un'imminente procedura di licenziamento collettivo a livello nazionale. E oggi nella sede palermitana, presso l'area industriale di Carini, sono scattate subito le prime due ore di sciopero, dalle 10, 30 alle 12,30. I lavoratori sono scesi in sit-in davanti ai cancelli dello stabilimento, dove lavorano 180 persone. Totale l'adesione alla protesta. All'assemblea di Fiom e Uilm, che ha proclamato stamattina lo sciopero, i sindacati hanno informato i dipendenti delle comunicazioni dell'azienda, che ha dichiarato 833 esuberi su un totale di 3692 addetti.
    "Non vogliamo perdere nemmeno un posto di lavoro", dicono Giuseppe Romano e Francesco Agnello, Rsu della Fiom alla Sirti.
    E dichiarano Angela Biondi e Francesco Foti, segretari Fiom Cgil Palermo: "Ci opporremmo con tutte le forze. Chiediamo un intervento al governo e a tutte le istituzioni, regionali e locali, per la sospensione delle procedure e il mantenimento dei livelli occupazionali". La Sirti ha annunciato una procedura distribuita al Nord e al Sud, con il taglio di un quarto della forza lavoro in tutti i reparti. Una scelta collegata alle condizioni di mercato che hanno generato pesanti perdite finanziarie nell'ultimo biennio, scarsa marginalità e ulteriore frammentazione dei soggetti imprenditoriali concorrenti.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video ANSA


Vai alla rubrica: Pianeta Camere