Taser: molestatore arrestato a Catania

Pistola a impulsi elettrici non utilizzata. Salvini, avanti così

(ANSA) - CATANIA, 7 SET - Dopo quello di Milano, è avvenuto a Catania il secondo risolutivo intervento portato a termine grazie al taser sperimentato dagli uomini della Squadra Volante.
    Nel pomeriggio di ieri, infatti, un extracomunitario irregolare e senza fissa dimora, che assieme a un altra persona stava molestando i passanti mettendo anche le mani addosso ad alcune donne, è finito in manette dopo un rocambolesco inseguimento quando, dopo averlo fermato, gli agenti lo hanno invitato a desistere dalla sua violenta resistenza estraendo e mostrandogli la pistola a impulsi elettrici. La minaccia del suo uso è bastata a bloccare l'uomo. Lo ha reso noto la Federazione sindacale di polizia di Stato (Fsp Polizia). "Taser, seconda buona notizia - ha commentato il ministro dell'Interno, Matteo Salvini - Gli agenti si sono limitati a mostrare il Taser, senza usarlo: l'uomo si è calmato ed è finito in manette. Avanti così, dalle parole ai fatti!".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA


Vai alla rubrica: Pianeta Camere