Un museo ad Aspra racconta l'Arte marinara

Grazie a famiglia Balistreri e a Dipartimento Pesca Mediterranea

(ANSA) - PALERMO, 16 MAG - C'è un luogo nel Mediterraneo, in Sicilia ad Aspra nel cuore di quella che fu una vecchia cava di Tufo, dove la storia della Gente di mare dei pescatori, dei salatori sembra aver trovato la sua naturale vetrina.
    E' qui che la famiglia Balistreri con il suo capostipite Giovan Battista, oggi novantenne, ha saputo raccogliere e custodire straordinari cimeli di mare, materiali ed immateriali, che raccontano storie, testimonianze, che senza il museo non avrebbero avuto voce, così da un pò di tempo hanno deciso di mostrare la loro collezione al mondo intero.
    Artefici dell'iniziativa sono i fratelli Girolamo e Michelangelo Balistreri che con amorevole cura, hanno raccolto in questi anni veri e propri oggetti dell'arte marinara e della salagione. Da inizio anno il museo ha indossato "l'abito buono", è stata costituita un'apposita Associazione che ne ha curato insieme al Dipartimento della Pesca Mediterranea, grazie all'attività del "Registro Identitario", una più razionale distribuzione e funzionalità degli oggetti. Nelle nuove sale sarà possibile ammirare delle antiche pietre litografiche e delle lastre appena stampate che fanno bella mostra a raccontare anche il periodo d'oro dei primi del '900.
    Queste litografie dell'artigianato palermitano, sono opera dell'antico stabilimento tipografico dei F.lli Salerno.
    Il coordinamento scientifico per l'occasione è stato assunto dall'architetto Domenico Targia Dirigente del Dipartimento della Pesca Mediterranea. Da venerdì 18 maggio il Museo sarà in rete per il godimento virtuale dei numerosi appassionati di tutto il mondo che potranno consultare il sito "www.museodellacciuga.it".
    Insomma un autentico scrigno di tesori della Sicilia e del mare fuori dal tempo che racconta la storia di uomini che hanno trattato e saputo interpretare il lavoro della pesca e delle sue molteplici lavorazioni e trasformazioni.
    Il Museo è stato concepito come un luogo vivo e vuole essere un fiore all'occhiello della comunità di Aspra, frazione Marinara di Bagheria, dove è nata e opera da più di mezzo secolo la famiglia Balistreri. Le barche, gli oggetti, i documenti conservati sono l'occasione per valorizzare i borghi di mare e creare nuove attività. Il Museo ospita mostre, laboratori con le scuole e sviluppa relazioni con il suo mondo di riferimento.
    E' possibile gustare grazie al Fish Shop - "A Putia ri Pisci Salati" tutti i prodotti lavorati dall'azienda della Famiglia Balistreri, accompagnati da leccornie della tradizione locale...
    insomma un vero viaggio per mare tra cultura, tradizioni e sapori.
    Il Museo sarà presentato venerdi 18 Maggio, alle 16:30, nel corso di una cerimonia alla quale interverrà il dirigente generale del dipartimento della Pesca Mediterranea Dario Cartabellotta.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video ANSA


Vai alla rubrica: Pianeta Camere