Strangolata in casa, fermati due romeni

Omicidio davanti a figlioletta della vittima per rubare denaro

    I carabinieri hanno fermato due romeni, Florin Buzilà, di 19 anni, e Paul Todirascu, di 18, con l'accusa di avere ucciso una loro connazionale, Alina Elena Bità, trovata morta in casa il 9 ottobre scorso. L'omicidio avvenne a Cerda, un paese delle Madonie in provincia di Palermo.  Il fermo è stato emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Termini Imerese. Le indagini dei carabinieri hanno accertato che i due romeni, cugini del marito della donna, erano entrati in casa per rubare dei soldi. Dopo essere stati scoperti avrebbero strangolato la donna davanti alla figlia di undici mesi.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video ANSA


Vai alla rubrica: Pianeta Camere