Teatro: al Libero Scannasurice di Moscato

Vita di un femminiello tra spazzatura e oggetti simbolo

(ANSA) - PALERMO, 12 OTT - "Scannasurice" di Enzo Moscato, con Imma Villa e per la regia di Carlo Cerciello, andrà in scena giovedì 19 ottobre alle 21.15 al Teatro Libero a Palermo. E' una sorta di discesa agli "inferi", di un personaggio dall'identità androgina, nell'ipogeo napoletano dove abita, all'interno di una stamberga, tra gli elementi più arcani della napoletanità, in compagnia dei topi - metafora dei napoletani stessi - e dei fantasmi delle leggende metropolitane partenopee, dalla Bella 'mbriana al Munaciello, tra spazzatura e oggetti simbolo della sua condizione, alla ricerca di un'identità smarrita dentro le macerie della storia e della sua quotidianità terremotata, fisicamente e metafisicamente. Il personaggio si prostituisce.
    È, originariamente, un "femminiello" dei Quartieri Spagnoli di Napoli, creature senza identità, quasi mitologiche.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere