'La donna scimmia' in ricordo Ferreri

Maresco, un grande regista finito nel dimenticatoio

(ANSA) - PALERMO, 12 OTT - Sabato alle 21 al cinema De Seta dei Cantieri culturali alla Zisa, a Palermo, sarà proiettato il film di Marco Ferreri "La donna scimmia", per iniziativa dell'associazione Lumpen, nella versione restaurata, per rendere omaggio al regista nel ventennale della morte. Franco Maresco, direttore artistico della Lumpen dice che "quello che lascia stupiti e fa incazzare è constatare che anche Ferreri, come tanti altri, è finito nel dimenticatoio".
    Realizzato nel 1964, il film fu presentato a Cannes.
    Interpretato da Ugo Tognazzi e Annie Girardot, in Italia i pareri furono contrastanti e al botteghino andò tutt'altro che bene. "Ho conosciuto Ferreri nell'ultimo periodo della sua vita", racconta Maresco "al festival di Pesaro vide 'Grazie Lia', fatto da me e Ciprì. Era entusiasta e mi disse che tra le poche cose che guardava in televisione c'era 'Cinico Tv'. Gli piaceva la nostra cattiveria perché la trovava salutare in un cinema italiano che per lui era diventato 'insopportabilmente piagnone'".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere