Un morto e un ferito a Palermo, fermata donna di 20 anni

Vittime due fratelli. Forse movente è lite di vicinato

Due fratelli, Leonardo e Giuseppe Bua, sono stati affrontati in piazzetta Caruso a Palermo, da qualcuno che ha esploso contro di loro numerosi colpi di pistola. Leonardo è morto mentre Giuseppe è gravemente ferito ed è stato trasportato nell'ospedale Villa Sofia. I sanitari del 118 giunti nella piazzetta hanno constatato la morte di Bua. Indagano gli agenti della squadra mobile.

I due fratelli sono stati affrontati nel pomeriggio, in piazzetta Caruso, vicino casa. Lì sono sono stati colpiti da numerosi colpi di pistola; il primo è stato ucciso, il secondo è stato ferito gravemente ed è stato portato in Rianimazione nell'ospedale Villa Sofia.

Una giovane donna è stata fermata dalla polizia perchè sarebbe stata lei a sparare uccidendo i due fratelli.

Immagini video acquisite dalla squadra mobile di Palermo, diretta da Rodolfo Ruperti, riprenderebbero le fasi dell'omicidio di Leonardo Bua e del ferimento del fratello Giuseppe, nella piazzetta Caruso nella zona marinara dell'Arenella, a Palermo. Lo apprende l'ANSA da fonti investigative. Per il delitto è stata fermata una donna di 20 anni. A indicarla come la responsabile della sparatoria, nella zona marinara dell'Arenella a Palermo, sono stati i familiari delle vittime e alcuni testimoni. Gli investigatori stanno cercando l'arma che ha sparato, mentre sono in corso gli accertamenti con il guanto di paraffina per verificare la presenza di tracce di polvere da sparo sulla donna.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere