Scuola: a Misilmeri concorso per ricordare Giusto Sucato

Diviso in tre sezioni: moda, design e poesia Visiva

(ANSA) - PALERMO, 22 MAG - La prima edizione del concorso Giusto Sucato, diviso in tre sezioni - moda, design e poesia visiva - ideato dai docenti di arte e immagine per ricordare l'artista recentemente scomparso e rivolto alle classi terze, si svolgerà mercoledì 31 maggio nella Scuola Secondaria di primo grado "C. Guastella" di Misilmeri, all'interno dell'evento di chiusura "Riprendiamoci l'Area", I lavori dei ragazzi faranno parte di una esposizione permanente, in un locale della scuola, che di anno in anno si arricchirà di prodotti artistici realizzati dai giovani artisti in erba.
    Durante la giornata vi saranno sfilate di abiti creati dai ragazzi, esposizioni di oggetti artistici, la presentazione di report su Giusto Sucato curati da Rachele Barbaccia e Giovanni Franco e momenti di riflessione sul tema dell'arte contemporanea. Dopo i saluti di Rita La Tona, Dirigente scolastico del Guastella, la giuria, composta dal mecenate Antonio Presti, dal giornalista Giovanni Franco, dalla stilista Rosalia Di Bella, dal fashion blogger Dario Monforte e dall'art design Ernesto Graditi, consegnerà i premi ai finalisti di ogni categoria e gli attestati a tutti i partecipanti. Per l'occasione saranno esposte sedici opere denominate "Scatti a china" di Giusto Sucato e Giovanni Franco. Ospiti dell'evento: Rosalia Stadarelli, Sindaco di Misilmeri, Giusto Lo Gerfo, Assessore alla pubblica istruzione di Misilmeri, Pablo Sucato e Maria Tubiolo rispettivamente figlio e moglie dell'artista.
    Giusto Sucato è stato il fondatore dell'Accademia Siciliana di Canto, Arti e Tradizioni Popolari, ha partecipato a numerose mostre collettive e personali in Italia e all'estero; è stato collaboratore attivo e ideatore, insieme a Francesco Carbone, del Centro Studi Ricerca e Documentazione Godranopoli.
    Le sue opere in Sicilia si trovano presso l'Art Hotel Atelier sul Mare di Tusa (ME), la Fondazione Orestiadi di Gibellina, il Museo Guttuso di Bagheria (una stanza è dedicata a Giusto Sucato), la Fondazione La Verde La Malfa - Parco dell'Arte di San Giovanni La Punta (CT), la Fondazione "Casa della Divina Bellezza" di Forza d'Agrò (ME). Diversi murales dell'artista Sucato abbelliscono le pareti delle case siciliane (ad esempio Misilmeri, Roccapalumba, Balestrate) caratterizzati da una marcata forza e vigore espressivo.
    (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA


vai

ANSA ViaggiArt

Al confino a Ustica, testimonianze antifasciste

Tra il 1926 e il 1927 nella piccola isola vennero confinati molti esponenti della sinistra italiana, da Gramsci a Bordiga. La testimonianza del loro passaggio in una mostra a Palermo

Confino degli antifascisti a Ustica, mostra di foto a Palermo (ANSA)