Pizzo a bengalesi, 9 a giudizio

A Palermo vessati al mercato Ballarò e nell'area di via Maqueda

(ANSA) - PALERMO, 18 MAG - Il gup Fabrizio La Cascia ha rinviato a giudizio nove palermitani accusati a vario titolo di estorsione aggravata dal metodo mafioso e dalla discriminazione razziale, rapina aggravata, minacce, violenza privata e detenzione di armi. Per mesi gli imputati hanno vessato e taglieggiato alcuni commercianti bengalesi che lavoravano nella zona di via Maqueda e nel mercato storico di Ballarò. Davanti alla seconda sezione del tribunale, il 2 ottobre, compariranno Alessandro Cutrona, Vincenzo Centineo, Giuseppe Rubino, Giacomo Rubino, Giovanni Castronovo, Alfredo Caruso, Carlo Fortuna, Emanuele Rubino e Bruno Siragusa. Gli imputati, che seminavano il terrore tra i commercianti stranieri, vennero fermati, dopo le denunce delle vittime, il 23 maggio scorso, dalla Squadra mobile.
    Quindici commercianti taglieggiati, il Centro Pio La Torre, l'associazione antiracket Addiopizzo, Concfcommercio, il Comune di Palermo e Confesercenti si sono costituiti parte civile.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere