Estorsioni: chiesti 4 anni per Miccoli

Reato aggravato dall'aver favorito mafia. Lui ha sempre negato

(ANSA) - PALERMO, 16 MAG - La procura di Palermo ha chiesto la condanna a quattro anni per estorsione aggravata dal metodo mafioso dell'ex capitano del Palermo, Fabrizio Miccoli.
    Inizialmente il pm Maurizio Bonaccorso aveva chiesto l' archiviazione del fascicolo, ma il Gip Fernando Sestito aveva disposto lo scorso novembre l'imputazione coatta per il calciatore pugliese.
    Secondo la Procura, l'ex bomber, tra il 2010 e il 2011, avrebbe incaricato il suo amico Mauro Lauricella, figlio del boss del quartiere Kalsa, Antonino, detto "U Scintilluni", di recuperare 12 mila euro che sarebbero stati vantati da un suo amico per la gestione della discoteca "Paparazzi" di Isola delle Femmine (Palermo).
    Lauricella, processato con rito ordinario, è stato assolto dall'accusa di estorsione e condannato per violenza privata aggravata dal metodo mafioso. Miccoli ha sempre negato di essere a conoscenza delle parentele mafiose di Lauricella e ha detto, durante il processo al suo amico, di essersi disinteressato della vicenda.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Imprese & Mercati

Filippo Sirchia - Target Agenzia Investigativa

Agenzia Investigativa Target di Siracusa: L’utilità di un ruolo a difesa e tutela delle aziende

La protezione preventiva contro il falso o la frode alla base del successo di un’attività.



Responsabilità editoriale di Pagine SÌ! S.p.A.
Vai alla rubrica: Pianeta Camere