Teatro: la famiglia Barilotto tra Pulcinella e Shakespeare

Al Libero "Hamlet Travestie" della Compagnia Punta Corsara

(ANSA) - PALERMO, 17 MAR - "Hamlet Travestie" della Compagnia Punta Corsara andrà in scena al Teatro Libero di Palermo giovedì 23 marzo alle ore 21.15. Lo spettacolo di Emanuele Valenti e Gianni Vastarella tratto da J. Poole, A. Petito e W.
    Shakespeare, è diretto dallo stesso Emanuele Valenti, interprete insieme a Giuseppina Cervizzi, Christian Giroso, Vincenzo Nemolato, Valeria Pollice e Gianni Vastarella; disegno luci Giuseppe Di Lorenzo; una produzione Punta Corsara / 369gradi. In scena fino al 25 marzo.
    "In linea con la nostra volontà di poter riflettere sulla Napoli di oggi attraverso testi e autori importanti, siamo partiti dalla suggestione di Hamlet Travestie - chiarisce il regista - riscrittura burlesque settecentesca di John Poole in cui la parodia ribadisce l'autorità dell'originale, passando per Don Fausto di Antonio Petito, lì dove invece l'Opera diventa vicenda matrice di altre vicende, immaginando una famiglia napoletana a noi contemporanea, i Barilotto, in un quadro di sopravvivenza quotidiana: il lavoro, la casa, i debiti, i figli. Ognuno vincolato al legame con l'altro, in una stasi violenta in nome dell'unità". Dissociato, se ne sta Amleto, il figlio senza padre, ad alimentare un conflitto di dubbi e paure. Intorno a lui, la vicenda shakespeariana diventa il canovaccio di un'improbabile tragedia redentiva, una fallimentare distribuzione di ruoli e di pesi, in una famiglia fuori di sesto. Lo sfondo della tragedia mantiene, se non addirittura sottolinea, i problemi che affliggono i Barilotto, personaggi irresistibili, tragici arraffoni che hanno conosciuto Pulcinella e Shakespeare, Eduardo e Antonio Neiwiller, Scarpetta e Moscato.
    Sono povere parodie strafottenti nelle mani degli attori di Punta Corsara.
    (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere